Aspen_Pioppo tremulo_Populus Tremula

Mimulus_Mimolo giallo_Mimulus guttatus

Cherry Plum_Ciliegio selvatico_Prunus cerasifera

Helianthemum nummularium

Terrore notturno nei bambini e Fiori di Bach

Il terrore notturno, Pavor Nocturnus, è uno dei problemi che possono colpire i bambini in età compresa tra i 3 e i 7 anni. E’ una condizione abbastanza comune che, insieme all’insonnia e alla sonnolenza, fa parte dei disturbi del sonno. Questa condizione può essere a carattere temporaneo, intermittente o cronica.

Nei neonati può essere il risultato di ansia e di rivalità tra i genitori.
L’ansia della separazione purtroppo è spesso un fattore causale e se c’è un divorzio o un conflitto tra i genitori, questa ansia si aggrava.

I bambini più grandi possono sperimentare stati transitori di terrore notturno dovuto a varie cause che possono essere la paura dei ladri, i rumori forti, il buio, il rumore della pioggia e dei tuoni e l’ansia che questo provoca può interferire anche nei loro sogni. Questi timori posso essere espressi apertamente o nascosti e diventare fonte di motivi per ritardare l’andata a letto. Il bambino spaventato cerca di dormire nella camera da letto dei genitori o di entrare nel loro letto quando questi si sono addormentati.

Il terrore notturno è un disturbo della quarta fase del sonno e appare nel primo quarto della notte. Si verifica durante l’attivazione tra la terza e la quarta fase del sonno, nella fase REM.
Questa situazione è caratterizzata dal bambino che urla ad occhi aperti, lo sguardo vago non fisso su oggetti reali circostanti. Non risponde agli stimoli, l’espressione facciale è di grande terrore e spesso indica il pavimento o le pareti come se ci fosse qualcosa di allarmante per lui.

Le crisi possono durare dai 10 ai 20 minuti e, raramente, fino a qualche ora.

Il bambino può alzarsi dal letto, in piedi, guardare se stesso e tornare a letto e i genitori sono spesso incapaci di svegliarlo. La mattina può non avere ricordo di quello che è successo.
Le crisi spesso appaiono durante una stagione specifica e possono verificarsi anche più volte nella settimana o ogni giorno per poi scomparire bruscamente come sono iniziate.
Di solito l’incidenza diminuisce rapidamente con il crescere dell’età ma, un piccolo numero di bambini e adulti può continuare ad avere terrore notturno per tutta la vita.

Cose utili che possono aiutare sono: svegliare il bambino, accendere la luce, prenderlo fuori dal letto con dolcezza facendolo camminare, se possibile, e parlargli a bassa voce, delicatamente, mostrandogli le sue cose preferite. Aumentare l’autostima del bambino può aiutare a superare questa fobia.

Tra i fiori che possiamo usare per aiutare a superare questo problema ci sono:

Aspen: che può aiutare a comprendere le paure di origine imprecisa per le quali non troviamo ragione o spiegazione. Questi timori vaghi e inspiegabili possono infastidire sia giorno che notte e la persona che ne soffre potrebbe aver paura di comunicarlo agli altri. Questo fiore può contribuire a migliorare il legame tra sentimento e ragione, a portare luce nella penombra del subconscio, a percepire i contorni essenziali tra quello che si comprende e l’ordine nella realtà della vita. Aspen è utile quando ci sono sogni inquietanti, incubi, sonnambulismo.

Mimulus: può aiutare a soluzionare i timori di origine nota, delle cose del mondo, del dolore, degli incidenti, della povertà, di essere soli, le paure della vita quotidiana. I Mimulus portano le loro paure in silenzio e non ne parlano agli altri. Questo fiore aiuta nella comprensione di queste paure favorendo uno sviluppo e un equilibrio nel sistema emozionale.

Cherry Plum: è un fiore di un bianco molto intenso, appariscente, ed è il primo fiore a fiorire nel corso dell’anno in Inghilterra. Porta equilibrio energetico, serenità, apertura, bilancia la ragione e l’irrazionalità, riporta armonia e controllo.

Rock Rose: È un rimedio di soccorso, un rimedio di emergenza per i casi in cui la paura ci assale improvvisa e ci blocca.

Non tutte le essenze appena descritte possono andar bene per tutte le persone per le quali è consigliata una indagine più approfondita di floriterapia che possa integrare i fiori più indicati alla personalità.

Bibliografia:
Sedibac
Orozco Ricardo — Flores de Bach. Manual para terapeutas avanzados.
Mechthild Scheffer — Terapia original de las flores de Bach
Orozco Ricardo y Sánchez Clemente — Flores de Bach. Diagnóstico diferencial entre las esencias.
Flores de Bach — Manual para terapéutica avanzada
Scheffer — Flores que curan el alma

Pirus

I suggerimenti riportati in questa pagina hanno solo scopo informativo e non intendono in alcun modo dare consigli medici, per i quali è necessario un esame individuale ed approfondito  dal proprio specialista di fiducia.